60 anni: caro corpo, ti scrivo perché ho bisogno di te!

Gloria VanniPersone e Benessere7 Conversazioni

Persone e benessere | 60 anni: caro corpo ho bisogno di te!

Caro corpo, ti scrivo perché ho qualcosa di importante da dirti. Non so come ti sentirai. Forse ti sentirai tradito dopo tutto questo tempo insieme, 60 anni. Forse mi giudicherai egoista e insensibile. Però non puoi negare che la nostra relazione è cresciuta proprio per la sincerità che mi contraddistingue. Mi è impossibile tradire il mio essere sincera a 60 anni.

Ho bisogno che tu mi comprenda. Mi basta la tua comprensione per andare avanti.

Ci conosciamo da 60 anni: è tanto tempo ed è volato

Sei decadi. Sessanta anni. Di amore e di indifferenza. Sostenendoti e sfruttandoti. Curandoti a volte, maltrattandoti altre. Sai, in tutta la mia vita non ho conosciuto nessuno migliore di te. E dubito che ci sia una relazione più intima e amorevole della nostra.

Da 60 anni ti osservo. Ti vedo come cambi e continui a incuriosirmi. Ogni giorno scopro qualcosa di nuovo in te. Ogni giorno ti guardo e mi sei familiare e comunque differente. Sei per me un continuo puzzle di ricordi e novità. Riconosco ogni tua ruga, cicatrice, piega, macchia. Di ognuna ricordo la storia, il momento. E mi sorprendo nel notare quella vena che ieri non c’era, quella pelle molle che fino ieri sembrava tesa.

Da 60 anni viviamo l’uno per l’altra

A volte sono felice di vederti, altre mi terrorizzi. Sai essere un principe e un mostro. Sei elegante quando vuoi e ostile quando mi mostri l’invecchiamento che avanza: è un viaggio di sola andata.

Da 60 anni viviamo l’uno per l’altra. Ci conosciamo da quando entrambi avevamo più o meno otto, nove anni. Prima non ci siamo prestati molta attenzione. Un giorno ci siamo scoperti e improvvisamente tu sei diventato il mio amico del cuore e compagno inseparabile. Sempre insieme, in viaggio con le nostre ombre, cercando di andare nella stessa direzione.

Ci siamo subito compresi bene. Ti alimentavo e crescevi. Facevo sport e ti irrobustivi. Andavamo alle feste e facevamo stragi. Poi, hai accettato di dare la vita e lo hai fatto a modo tuo. Lo hai fatto bene. So che hai fatto tutto il possibile per farmi felice.

Ti sono stata fedele per 60 anni

Anche se ti avrei cambiato in più di una occasione: più alto, i capelli diritti, le gambe più lunghe, le ossa più fini… Ti sono fedele da 60 anni.

Ho però la sensazione che qualcosa stia cambiando. Mi sembra che le nostre strade si stiano separando a 60 anni. Io desidero ancora pedalare sotto il sole, tu passeggiare al tramonto. Stai diventando stanco. Ti stai ripiegando. Sei sempre più rugoso. Io sono giovane, tu non lo sei più. E questo fatico ad accettarlo. Devo dirtelo. Perdonami.

Ora, se dobbiamo stare insieme fino alla morte, vorrei sapere come possiamo continuare a capirci e a volerci bene. Non vorrei scrivere a 60 anni la fine della nostra affettuosa relazione e non so dove trovare la soluzione. Ti amo quando mi ami. Ti odio quando mi fai male. Non mi piace odiarti. Ci soffro. Molto.

Ecco, vorrei conoscere il tuo pensiero. È solo un mio problema o anche tu percepisci queste nostre differenze? Possiamo trovare una maniera per accettarle e venirci incontro? Per favore, sii sincero. Attendo la tua risposta. Con tutto il mio amore. Gloria

About Gloria Vanni

Ciao, sono Gloria, giornalista, blogger, digital copywriter, divulgatrice digitale. Amo creare connessioni tra persone e cose. Scrivo articoli per blog, pagine e media online. Andare controcorrente è nel mio Dna. Lo so da quando scappavo dall'asilo in cerca di idee e passioni. Sogno, sorrido, condivido.
Post precedente
Post successivo

Google+ Conversazioni

Gloria Vanni60 anni: caro corpo, ti scrivo perché ho bisogno di te!

7 conversazioni a “60 anni: caro corpo, ti scrivo perché ho bisogno di te!”

  1. Grazia Gironella

    Bel post, Gloria! Capisco cosa intendi, e credo sia inevitabile. Sono convinta che il nostro spirito sia eterno e non soggetto all’invecchiamento, e perciò che sia normale una sensazione di scollamento apparente tra i due. Poi penso a personaggi di novant’anni che ancora vivono con passione, e mi dico: questo è buono, essere vivi davvero, non restare giovani e imbalsamati. 😉

    1. Gloria Vanni

      Vivere con passione fino all’ultimo respiro è un mio obiettivo, Grazia. E prendo spunto da quei saggi personaggi, come mio padre, che trasmettono e condividono questa loro capacità. Esempi a portata di mano 😉

  2. Elisabetta

    Grande Gloria ! Sei davvero super !
    Grazie della riflessione intelligente e veritiera e tantissimi Auguri X il traguardo raggiunto! In tutti i sensi
    Buon Compleanno!

    1. Gloria Vanni

      Grazie a te, Elisabetta, per essere passata di qui e avere lasciato tue tracce!

      Grazie per gli auguri e i complimenti: come sempre, ho condiviso ciò che penso 🙂 Un abbraccio forte!

  3. Angelo

    Ciao, comunque dovrai “rientrare”. Vai con le tue passioni (come le chiami)
    ma se non intraprenderai un percorso inverso di ritorno,
    non potrai avere accesso in alcun modo ai benefici interni dell’anima.
    Ammesso e non concesso che il corpo ti conduca a un benessere immediato,
    cio’ che riguarda la vita spirituale viaggia in direzione ostinata e contraria
    agli impulsi carnali. Con risultati inimmaginabili. Un abbraccio forte. Angelo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *