Benessere? Cercalo a testa in giù!

Valentina GiustozziInterviste e Ospiti22 Conversazioni

benessere lessissexy

Sì, è un po’ che non condivido benessere raccontato da altri. Valentina arriva di corsa e affida a me, a noi, la sua visione di benessere. Ben-essere, stare bene, esistere bene è un viaggio interiore che corre e soprattutto cambia nel tempo. Leggo le sue parole e respiro esperienze, sentimenti ed emozioni di comune benessere. Sono a testa in giù. Sono vicina a Valentina, siamo pronte al via: lei corre, io cammino veloce. Vieni con noi!

Corri. Senti il tuo respiro e il battito che aumenta d’intensità. Senti l’aria fresca sul viso, il calore del corpo, l’energia. I pensieri ammucchiati in testa diventano limpidi e chiari.

Mi piace pensare quando corro. Percepisco una chiarezza e una freschezza mentale che raramente mi capita di sentire.

E sento una sensazione di libertà. Guardo il cielo, mi perdo, mi libero da pesi e catene, senza smartphone volo lassù e guardo il mondo a testa in giù.

IL BENESSERE È UN’ATTITUDINE

Un’attitudine che arriva improvvisa e ti invade mente e corpo. Lo senti attraversare ogni singola cellula perché questa sussulta al suo passaggio. Il benessere lo cerco, lo voglio, lo inseguo, lo corteggio, lo desidero, lo scruto, ci gioco. La nostra non è mai stata una relazione semplice.

Solo quando ho smesso di aspettarlo è arrivato. Inaspettato e gradito, ha riempito quella spiacevole sensazione di disagio che non riuscivo a eliminare. Il nostro rapporto è stato sempre fatto di alti e bassi, ci siamo amati e odiati.

A 20 anni lo trovavo per caso, lo godevo fino all’osso in fugaci istanti densi di vita, lo abitavo inconsapevolmente, lo vivevo con la spensieratezza della mia giovinezza, assetata di vita e ubriaca di emozioni.

Spesso lo evitavo, appagata e sazia di corroboranti emozioni. Poi lo confondevo, fino a renderlo lontano e sfocato. Un momento ero sicura di averlo, l’altro mi sfuggiva e cadevo in profondi buchi dove il nero era denso e pesante.

Poi tornava a schiarirmi l’esistenza. Poi se ne andava di nuovo. Lo odiavo.

Oggi, alla soglia dei 40, il mio benessere è cambiato: si è riempito di significati e aspetti nuovi. Sono cresciuta, sento una consapevolezza diversa.

Quello che voglio è la pienezza e la sicurezza che sa darmi. Quel senso di fiducia che ti fa sentire in grado di fare qualsiasi cosa, anche dire “scusa, ho sbagliato!” con un sorriso.

IL BENESSERE È DENTRO DI NOI

Qualsiasi cosa come volersi bene. Dopo tanta fatica, dopo aver scavato dentro di me nel buio pesto, dopo aver combattuto per urlare al mondo:

«io ci sono, sono qui e ho fatto tante cose, tanti sbagli ma anche tante cose buone».

Cerco il benessere dentro di me, non fuori. È un compito che non va dato ad altri. Solo io e lui. È in quel momento che si è rivelato, in tutta la sua magnifica pienezza.

Oro lo tengo stretto. Lo trovo quando vado a correre, quando scelgo di mangiare i frutti della terra, quando ballo la pizzica, quando riscopro la gioia delle amicizie, quelle vere, sincere e genuine, che mi fanno stare bene.

E mi ritrovo, mentre ascolto la musica e corro, sento il battito che aumenta, l’aria sul viso. È un benessere a testa in giù. Se vuoi torno in posizione “normale”.

Hai mai provato a sentire il tuo benessere a testa in giù? Condividi la tua esperienza qui sotto? Ti aspetto!

 

About Valentina Giustozzi

Camaleontica, socievole, timida e creativa, in base alle fasi della mia vita cambio passioni e interessi, passando dai party alla maternità, dalla cucina alle feste a tema, dall'educazione e pedagogia al corporate blogging, dalla gestione delle community a fare la mamma... sono Valentina!
Post precedente
Post successivo

Google+ Conversazioni

Valentina GiustozziBenessere? Cercalo a testa in giù!

22 conversazioni a “Benessere? Cercalo a testa in giù!”

  1. Valentina

    grazie Gloria, è sempre un piacere e un emozione essere qui nel tuo piccolo grande spazio dove benessere, sostenibilità e condivisione sono padroni di casa!

  2. Manuela

    certo che è così anche per altri! E’ così anche per me! E’ un’attitudine improvvisa, che ti spiazza, che ti entusiasma, che ti fa sentire vivo. Soprattutto quando faccio sport mentre ascolto la musica 🙂

    1. Valentina

      si poi la musica ti catapulta in una dimensione interiorizzata e completamente assorta nel tuo mondo!

    2. Gloria Vanni

      Ciao, Manuela! Che piacere ritrovarti qui, tra noi 🙂 E ricevere conferma che anche per te, giovane donna viaggiatrice, il benessere è un’attitudine da coltivare in ogni possibile occasione! Un abbraccio 🙂

  3. MikiMoz

    Sicuramente ci sono prospettive nuove, come diceva una canzone dello Zecchino d’Oro “prova a cambiare il tuo dritto punto di vista”. E’ una cosa applicabile anche nel piccolo, nel quotidiano, senza stravolgere tutto. Anche solo per una delle cento questioni giornaliere, ci si può provare^^

    Moz-

    1. Gloria Vanni

      Lo ammetto: non pensavo che la tua smisurata cultura musicale, Moz, includesse anche lo Zecchino d’Oro: credevo fosse patrimonio di vetusti “anta”!

      Io sono a “44 gatti in fila per 6 con il resto di due” e tu mi conduci a “prova a cambiare il tuo dritto punto di vista”. Sei davvero un ragazzo speciale! Grazie.

  4. Ilaria

    Ciao Valentina,
    bel post, complimenti!

    Una frase in particolare mi ha colpito: “Cerco il benessere dentro di me, non fuori. È un compito che non va dato ad altri. Solo io e lui. È in quel momento che si è rivelato, in tutta la sua magnifica pienezza.”

    Non ci sono ancora arrivata, troppo insicura per credere in me, cerco ancora benessere e conferme dal mondo esterno. Ma voglio provarci anche se sarà un lungo percorso.
    …chissà magari stasera mi metto la tuta e mi faccio una corsetta verso il mare!

    Grazie!

    1. Valentina

      anche io ce ne ho messo del tempo Ilaria prima di capire che andava cercato dentro e non fuori. E’ un percorso lungo, ma sicuramente ti porterà alla scoperta di te stessa.

      1. Ilaria

        Son convinta che prima o poi ce la farò, intanto inizio a correre “che non costerà mai niente, come sorridere alla gente” come dicono Bianco e Levante nella canzone Corri Corri! 🙂

        1. Gloria Vanni

          “Corri, corri” piccola, grande Ilaria. Guarda indietro, solo per pochi secondi: quanta strada fatta da gennaio a a oggi, vero? Capita che non ce ne rendiamo conto, presi come siamo dalle mille incombenze e rotture di palle quotidiane però, anche se a distanza, io sento una giovane donna che scalpita per trovare il proprio benessere 🙂

          Corri, corri in riva al mare tu che puoi. Ah, ieri ho ripreso il mio adorato Pilates… dopo quasi un mese di assenza!

          1. Ilaria

            si, tanta strada dietro di me, tante cadute e ginocchia sbucciate! Ma sono ancora qui e più vado avanti e più mi rendo conto che nessuno potrà fermarmi 🙂

            Vieni a correre con me al mare, Ravenna è una bella città, potresti farci un pensierino! 😛

  5. Paola Sala

    Complimenti, Valentina: la prospettiva a testa in giù è affascinante e mi fa tornare bambina. Grazie, Gloria perché ancora una volta la settimana inizia con una bella energia , anche se è martedì 🙂

  6. Pietro Nosedo

    Arrivo, un po’ affannato, di corsa, cara Gloria 🙂

    D’altronde è Valentina a suggerire questa prospettiva, l’ho fatta mia e tra salire e scendere ci vuole tempo! Grazie, Valentina.

  7. Gloria Vanni

    Grazie per il tuo passaggio di corsa, Pietro.

    Ho appena scoperto che i fan di sesso maschile sono in aumento: c’è anche Alberto che apprezza #LessIsSexy, è il papà di una donna meravigliosa di nome Daniela.

    Benvenuto tra noi, Alberto!
    Pietro ti chiedo scusa se ho “usato” il tuo commento per un benvenuto, mi è venuto così 😉

  8. Alberto

    Bella Valentina, ci separano quindici anni (ho insegnato musica a bambini della scuola elementare quando ci andavi tu) e probabilmente un bel po’ di chilometri, ma sentire parlare di benessere, di volersi bene, di corsa (alla quale io aggiungo il canottaggio), di pizzica (bellissimo ballo vissuto con alcune amiche marchigiane, io mi dedico ai balli latini), di frutti della terra e da buon vegetaliano (sì, con la elle e non con la erre) ti capisco profondamente, di amici sinceri che quando ci si abbraccia ci si sente davvero, che dire, siamo forse anime gemelle in questo spazio siderale senza fine?

    Grazie Gloria per questo bellissimo post, sprizza adrenalina, infonde benessere, accende la vita 🙂

  9. Valentina

    wow Alberto, provo sempre un senso di piacevole sorpresa quando trovo qualcuno con cosi tanti interessi in comune!! Sono felice ed è un piacere conoscerti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *