Minorca: chi cerca bene trova la Casa Bonita!

Gloria VanniViaggi e Lifestyle

Viaggi e lifestyle | Casa Bonita Minorca

Si chiama Casa Bonita, è bianca, tutta su un piano ed è immersa nella pace di Trebelúger, campagna a sud di Mahon.

Come puoi leggere in questa presentazione, Casa Bonita è distante cinque chilometri dal centro storico della capitale di Minorca. Altri cinque – da fare in bici e in motorino: è tutto pianeggiante! -, la separano dal mare di Es Castell e Cala Sant de Esteve. Ne occorrono poco più di tre per raggiungere la sabbia candida di Cala Alcaufar.

Cala Sant de Esteve è una delle tappe del Camí de Cavalls, 185 chilometri di sentiero da percorrere a piedi, in bicicletta, a cavallo: il chilometro zero è nel porto di Mahon.

Casa Bonita a Minorca: chi cerca bene trova su Idealista!

Casa Bonita ha quattro camere con bagno en suite, sala, cucina, veranda, piscina, giardino, un piccolo orto e un’amaca sotto gli alberi: alba e tramonto si assaporano nel verde, tra piante autoctone. Costruita nel 2004, è in stile anglo-minorchino e dal 2008 è vissuta da Lina, professoressa spagnola.

L’ho vista su Idealista a metà gennaio, di ritorno dal mio terzo viaggio da Minorca. Ho varcato la soglia di Casa Bonita in un mercoledì di pioggia. Mi accoglie Noelia, avvocato di Valencia e nuora di Lina.

Noelia mi viene incontro con un sorriso e due baci. I baci sono un rito in Spagna. A me piace un sacco baciare, anche gli sconosciuti! Attenzione che qui i baci si danno al contrario che in Italia: prima a destra, poi a sinistra. Noelia mi ha aiutata a trovare la casa dopo averne viste oltre 50 in otto mesi.

Perché se Noelia non mi avesse telefonato un venerdì mattina, Casa Bonita…

Dopo avere perso la “casa dei miei sogni” a gennaio, mi metto nuovamente spulciare pagine e annunci: il tempo corre, fisso il viaggio di febbraio e inizio a cercare altre case. Case in vendita e in affitto, piano A e piano B.

La mia prima mail di richiesta d’informazioni per Casa Bonita è di mercoledì 18 gennaio. Inizia una fitta corrispondenza con l’agenzia di Valencia che ha un arresto alla richiesta della commissione: la commissione d’agenzia a Minorca è un costo di competenza di chi vende, come racconto in questo post e non perderti i commenti!

Decido di vedere la casa con un’altra agenzia di Minorca. Così è fino a quel venerdì mattina, quando suona il cellulare e dall’altra parte c’è Noelia che dice:

«Sono la nuora di Lina, per me è come una madre. Dimentica l’agenzia, vieni a vedere la casa e, se ti piace, parliamo tra noi».

Ve bene, rispondo. Passo di fronte a Casa Bonita martedì, la guardo dalla casa di fronte e… da fuori mi piace. Poi mi piace anche dentro, anche se al primo colpo d’occhio sono sulle mie. La giro in lungo e in largo e, senza quasi rendermene conto, mi sento a casa.

Viaggi e lifestyle | Chi cerca bene trova Casa Bonita a Minorca

Casa Bonita è un sogno che diventa realtà: da metà marzo vivo a Minorca!

Me la sono cercata, l’ho trovata proprio dove volevo, è come la volevo, non voglio perderla. E mi comporto “come se“. Come se non fosse successo nulla prima, come se tutto andasse per il meglio. Come se la mia storia con Casa Bonita fosse appena iniziata, un mercoledì pomeriggio di febbraio.

La casa è in vendita da ottobre. Sono la prima a vederla e, senza agenzia, è mia in 24 ore con la firma del compromesso e la caparra del 10%. Lina accetta i miei tempi di trasferimento. Torno a Minorca ai primi di marzo per il rogito e il 17 marzo arriviamo con Miele: in auto fino a Barcellona e poi in nave fino a Minorca. Sto realizzando un sogno: essere felice!

Da metà aprile inizio a condividere progetti di benessere e accoglienza a Casa Bonita, macchia bianca sull’isola che dal 1993 è Riserva della Biosfera dall’Unesco, in attesa del riconoscimento del suo patrimonio archeologico: la “cultura talayotica” è raccolta in oltre 1.574 siti.

Ah, le foto sono poche perché la “mia Casa Bonita” cambierà! Nel frattempo, buon San Valentino e restiamo in contatto? Ti aspetto qui sotto e sui social 🙂

 

About Gloria Vanni

Ciao, sono Gloria, giornalista, blogger, digital copywriter, divulgatrice digitale. Amo creare connessioni tra persone e cose. Scrivo articoli per blog, pagine e media online. Andare controcorrente è nel mio Dna. Lo so da quando scappavo dall'asilo in cerca di idee e passioni. Sogno, sorrido, condivido.
Post precedente
Post successivo

Google+ Conversazioni

Gloria VanniMinorca: chi cerca bene trova la Casa Bonita!