Vale la pena? Sì, perché Expo2015 è sexy

Gloria VanniEccellenze Made in Italy9 Conversazioni

expo2015 sexy

Per me Expo2015 è sexy. Questa è la mia risposta a domande tipo “vale la pena o no?”,  “merita un viaggio, una o più visite?”. Nonostante code, folla, prezzi dei biglietti sono e continuo a essere #expottimista. E aggiungo: «Io c’ero!».

Sì, Expo2015 è sexy per me.

E queste sono le mie “sexy pillole”, parole e immagini, raccolte durante i giorni e le sere che ho trascorso all’Esposizione Universale 2015 di Milano.

Istruzioni per l’uso: è la mia personale esperienza. Tutto qui. Sai che ho scelto di essere #expottimista da sempre. E non ho la pretesa di convincerti sulla bontà delle mie visioni/teorie. Ma se anche una sola delle cose che condivido, ti sorprende e ti fa dire, «Ah, non lo sapevo!», sono super contenta.

Padiglione Zero Expo 2015 LessIsSexy

Padiglione Zero. 

Ad aprile ho acquistato il SeasonPass che consente entrate illimitate. Ai primi di settembre sono alla mia settima/ottava visita: ho ammortizzato il costo. E sono ancora tanti i padiglioni che devo vedere entro il 31 ottobre. Che gioia!

IL PASSAPORTO BLU È SEXY

Expo2015 è sexy perché con 5 euro compri il passaporto blu dove apporre i visti dei padiglioni alla fine delle visite.

Forse è una consuetudine delle esposizioni universali: per me è la prima volta e mi piace sfogliare le pagine che mi ricordano dove sono stata. Ho notato che chi è nella mia condizione, la prima volta, apprezza l’idea.

E non importa l’età: il passaporto piace e si compra dai volontari che di solito si trovano subito dopo gli ingressi.

passaporto expo 2015 lessissexy

Il tempo passa e scopro ancora cose che non so. Sempre per la serie che ogni giorno è buono per imparare qualcosa. A volte grazie ai miei ospiti. Giusy, per esempio, mi dice che i tornelli d’ingresso iniziano a girare alle 9 (accessi Merlata e Roserio) e quindi ci si può mettere in fila ai padiglioni che aprono alle 10. L’entrata con il biglietto serale è invece anticipata alle 18 da tutti gli ingressi.

Slow Food. Piazza della biodiversità.

Slow Food. Piazza della biodiversità.

EXPO2015 È SEXY PERCHÉ…

Perché non è perfetto altrimenti sarebbe una noia.
Di cosa ci lamenteremmo se non ci fossero McDonald’s, Coca Cola & Co.?
E che dire di grandi assenti come l’India? Sarà colpa de caso marò e comunque i produttori indiani di riso sono al Padiglione Basmati. Già, vogliamo parlare poi di ci ha snobbati come Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca? Sai che c’è? Il sole a mezzanotte se lo tengono. Io, a Expo c’ero!

10. con vily indonesia

A distanza di quattro mesi, Expo2015 continua a essere organizzato e pulito come il primo giorno, toilette incluse. Per chi come me ama la pulizia e soffre la sporcizia italiana e le nostre cattive abitudini, questa è #sexytudine al cubo!

Austria: l'esperienza di un viaggio nel bosco.

Austria: l’esperienza di un viaggio nel bosco.

A Expo2015 è vietato fumare. Si fuma solo nelle apposite aree fumatori, vicine alle toilette. Nessuno fa multe a chi non rispetta regole e divieti ma… non c’è contatto senza rispetto. O sbaglio?

EXPO2015 È SEXY PERCHÉ…

Indonesia. Chicken Seitan: un pollo da urlo!

Indonesia. Chicken Seitan: un pollo da urlo con spiedini di riso a meno di 10 euro!

EXPO2015 È SEXY PERCHÉ…

Nepal. Un padiglione opera d'arte di tanti.

Nepal. Un padiglione opera d’arte di tanti.

Perché siamo stati capaci di creare ponti e non muri. Perché abbiamo messo tutti su una sola strada: il Decumano, 1500 metri attraversati da 32 viali.

Così, che lo si voglia o no, ricchi e poveri, artigiani e multinazionali, contadini e imprenditori, persone e imprese, uomini e donne, grandi e piccoli sono impegnati a dialogare tra loro e con noi.

È la prima volta che accade nella storia delle esposizioni universali, iniziata a Londra, nel 1851. È un dialogo immaginato dall’Italia.

Brasile. In equilibrio sulla rete.

Brasile. In equilibrio sul ponte a rete.

EXPO2015 È SEXY PERCHÉ…

Israele. La facciata esterna con irrigazione goccia a goccia.

Israele. Il “giardino verticale” presenta il meglio della produzione agricola nazionale: è fatto al 100% con materiali riciclati e abbatte le sostanze inquinanti.

Nutrire il pianeta, energia per la vita” è il tema di Expo2015 che, come raccontato anche da Giacomo Biraghi, è un filo conduttore che non vincola la libertà di ogni nazione di svilupparlo secondo i propri gusti e possibilità.

Ho letto dignità e identità anche in quei padiglioni meno ricchi dove le poche cose esposte raccontano di tradizioni tramandate da una generazione all’altra. Certo, IsraeleFrancia sono esempi di marketing eccellente! Potrebbe essere altrimenti? Mi sarei stupita!

3. dolcezza expo lessissexy

EXPO2015 È SEXY PERCHÉ…

Ti consente di assaggiare ricette lontane, ingredienti insoliti, dolci sorprendenti come questi ravioli con marmellata, semi di papavero e menta e… non mi ricordo dove li ho mangiati! Se li conosci, me lo dici qui sotto, tra le conversazioni? 🙂 grazie!

Gran Bretagna. Api e alveari.

Gran Bretagna. Api e alveari.

Nonostante gufi e scettici, fango e critiche, ruberie e intrallazzi, siamo riusciti a realizzare qualcosa su cui nessuno (o quasi) era disposto a credere che ce l’avremmo fatta. Non solo. Siamo anche riusciti a mantenerla, a rispettarne la natura, un evento per famiglie con bambini attorno al quale sono nati iniziative, servizi, confronti e visioni future.

Abbiamo colto un’opportunità, accettando la sfida  e di questo sono profondamente orgogliosa.

E non sono l’unica! Il gruppo su Facebook “Expo 2015 Milano – consigli per gli utenti” ha superato i 32mila membri ai primi di settembre ed è un concentrato di esperienze positive e di continui aggiornamenti. C’è anche il sito, utilissimo.

albero della vita expo lessissexy

Non sappiamo dove andrà l’Albero della vita, l’opera più fotografata e filmata di Expo per il suo spettacolo di luci e suoni.

Non sappiamo ancora cosa nascerà sull’area dell’esposizione universale dopo la chiusura di Expo2015 il 31 ottobre.

Non sappiamo quale strada prenderà la Carta di Milano, l’eredità culturale di Expo2015, atto d’impegno collettivo e strumento di cittadinanza globale per affermare il diritto al cibo come diritto umano fondamentale. Io ho firmato e tu?

EXPO2015 È SEXY: ECCO LA MIA TOP TEN!

  1. Kazakhstan perché… è sorprendente se, come me, non sai nulla del nono paese al mondo!
  2. Italia perché… è essenziale, elegante e ti fa sentire orgoglioso di essere italiano 🙂
  3. Germania perché… è uno stimolo dietro l’altro e non importa la tua età anagrafica.
  4. Gran Bretagna perché… sentirsi come un’ape è un’avventura affascinante.
  5. Padiglione Zero perché… è talmente maestoso e completo. Ti lascia a bocca aperta e ti fa esclamare: «Caspita, ne abbiamo fatte di cose!».
  6. Austria perché… ha il bosco più rinfrescante e ossigenante di Milano.
  7. Angola perché… ti offre conoscenza in modo semplice e chiaro.
  8. Repubblica di Corea perché… è immenso, inaspettato, avveniristico.
  9. Ecuador perché… è un viaggio al centro di un sacco di cose.
  10. Israele… perché è un giovane Paese con una tradizioni millenarie e donne bellissime.

Sei d’accordo? E qual è la tua esperienza a Expo e ad altre esposizioni universali? Il tuo contributo è prezioso: grazie!

PS. Cliccando sul pulsante sotto, oltre a dirmi che l’articolo ti è piaciuto, puoi donarmi del tempo – facciamo 5 minuti:) ? – e, a mia volta, lo posso usare per pagare i talenti di chi ci aiuta – abbiamo bisogno di traduzioni, prima o poi! –, e per aiutare altri a realizzare i loro progetti. Grazie! 

 

About Gloria Vanni

Ciao, sono Gloria, giornalista e blogger. Scrivo articoli per blog e media online. Amo esplorare, viaggiare, ospitare, creare connessioni. Andare controcorrente è nel mio Dna. Lo so da quando scappavo dall'asilo in cerca di idee e passioni. Sogno, sorrido, condivido. Vivo a Minorca.
Post precedente
Post successivo

Google+ Conversazioni

Gloria VanniVale la pena? Sì, perché Expo2015 è sexy

9 conversazioni a “Vale la pena? Sì, perché Expo2015 è sexy”

  1. Grazia Gironella

    Mi piace sentirti raccontare! 🙂 Ti confesso però che credo di non essere adatta a manifestazioni di questo genere. A parte il trasferimento, serve tempo per godersi il tutto. Con una sola visita, finirei con il galoppare come una pazza di qua e di là e arrivare a sera con i piedi a pizza e l’istinto dell’orso che cerca la tana! Ma mi perdo qualcosa, lo so.

    1. Gloria Vanni

      Ciao, Giro! Avrei una proposta: e se invece di galoppare come una pazza qua e là ti affidassi a questa tua amica che ti porta in giro e ti aiuta ad assaporare qualcosa a misura di una scrittrice straordinaria?

      Pensaci, potrebbe essere un’idea per abbracciarci dal vivo?

    1. Gloria Vanni

      Sei un grande, Federico! Perché hai capito subito quanto sia importante lasciare tracce di sé anche nel blog e non solo via social perché… il blog è tuo i social sono di chi li ha inventati. Quindi tutto ciò che tu pubblichi – foto, video, parole, post -, tramite i social diventa automaticamente di loro proprietà.

      Social che quando decide di chiudere baracca e burattini ti lascia con un pungo di mosche. Il blog invece sei tu: ecco un altro “perché è bene avere un blog”. 😉

  2. Daniela Borroni

    Ciao Gloria! Io sono tra quelli che non sono ancora andati…il tuo entusiasmo è contagioso…mi hai fatto venire una gran voglia di andarci 😀 Che dici? Mi vuoi accompagnare?

    1. Gloria Vanni

      Accompagnarti sarebbe una gioia: grazie per avermelo chiesto, Daniela! Quando vuoi, fammi passare la prossima settimana che ha un paio di momenti piuttosto intensi e poi ci organizziamo, va bene?

      Qualcuno è interessato ad unirsi a noi?

  3. Gloria Vanni

    Buongiorno Francesco sono contenta che ti sia piaciuto il “mio Expo” e se mi fai sapere il “tuo quando” magari riusciamo a incastrare i nostri giorni!

    Per un fotografo come te, Expo è un concentrato di spunti super sexy da cogliere per sbizzarrirsi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *